Archivio della categoria: قصة صقلية

Racconti visivi

respect planet etna needs love catania metropoli del melograno visionaria palazzo speciale

mezzanine living spirituality world needs love arte involontaria spiritualità della forma

catania visionaria verde urbano barriera del bosco 1mqdb imprints of peace arte involontaria

etna needs love imprints of peace acrylic arte involontaria sicily contemporary artist respect planet

Ero andato a comprare del colore, mi hanno offerto dei biscotti fatti in casa da un parente, il piatto era di carta, aveva i bordi ornati di frutta. Etna needs love – Acrylic 39/26 cm.

1mqdb imprints of peace radici intercedono barriera del bosco catania visionaria

1mqdb barriera di catania bene comune respiro prezioso

angelica memoria pupi siciliani mezzanine living architettura bislacca

agrario filippo eredia verde urbano 1mqdb piante nostrane sicily needs love barriera del bosco catania

Barriera del Bosco – Arriva un tempo che anche le foglie raggiungono un peso. E la Luna Parlò – Acrylic 47/26 cm. L’importanza di un lago, invita la foresta a divenire parco.

e la luna parlò dipinto arte involontaria mezzanine living studio painting mediterranean contemporary artist

arte involontaria lantana verde urbano spontaneo 1mqdb catania visionaria

catania visionaria verde urbano primitivo barriera del bosco arte involontaria

Bougainvillea 1mqdb verde urbano mediterraneo catania bene comune barriera del bosco

catania visionaria ponte del tondo gioeni formikepazze

coccinella imprints of peace arte involontaria catania visionaria 1mqdb verde urbano spontaneo

società di amianto suoni molesti politica della distruzione uso e riuso della materia

1mqdb ferrovia circumetnea arte involontaria trasformazione della materia

messaggeri di pace argilla spirituale studio arte involontaria sicily needs love mezzanine living

Continuità del bianco, silenzio calmo. Il fatto che la sera mi nutro osservando lo spazio fuori in terrazza mi addolora la schiena. (Catania Visionaria)

verde urbano primitivo 1mqdb catania visionaria imprints of peace respect planet

story sicily

Una ragazza attraverso i sogni torna nella terra dei suoi nonni, una scena in particolare la convince nel prendere un treno, scoprire quella fontana che deriva da un fiume che percorre la via principale di Catania e che nasce dal ghiaccio sciolto dell’Etna. Proprio quando però scende per toccare con mano le acque dell’Amenano, viene scippata, dispiaciuta, non insegue gli scippatori, poggia i piedini sull’acqua, guarda il cielo e due lacrime tra un dolce amaro sorriso escono. Gli scippatori, giovani ragazzini indebitati con i videopoker, corrono verso casa attraverso i quartieri di Catania, si intravedono altarini ancora vivi. Arrivati a casa, prendono con cura la borsa, la poggiano sul letto della madre, escono la refurtiva contenente anche una macchina fotografica. Per prima cosa guardano le foto, commossi per la bellezza, il caso vuole che ritrovano anche il biglietto del ritorno, non parlano nemmeno, rimettono tutto con cura dentro la borsa, e si dirigono verso gli agrumeti della piana a raccogliere fiori di campo. Correndo verso la stazione, intravedono la giovane donna, lei li riconosce stupita, non parla l’italiano, ma capisce subito che la vita gli ha posto la mano. Si abbracciano, i ragazzi la baciano le porgono i fiori e la borsa. Il controllore suona partenza, si salutano, gli extracomunitari suonano i bonghi a ritmo del cuore.

racconto sicilia

racconto sicilia