Archivio tag: story

L’occhio del pesce

il giardino dentro il giardino 1mqdb villa bellini catania visionaria verde urbano

1mqdb catania visionaria villa bellini mia il giardino dentro il giardino pensiero filsofico fantasia contemporanea

Androne Onirico Chiocciola delle meraviglie il giardino dentro il giardino villa bellini catania visionaria 1mqdb

Dalle voci del Giardino dentro il giardino si gioca a fantasma nascondino. Uno, due, il tempo è finito fino all’ultimo secondo. Quanto è grande questo albero? Le radici arrivano fino a lontanissimo (Ficus Regina Margherita). 1 7 9 – Medito sul giovane sorriso di una madre, libero, leale, solidale, in perfetta armonia col creato. (Villa Bellini)

Mia il Giardino dentro il giardino villa bellini 1mqdb catania visionaria sogno sociale

ficus regina margherita villa bellini 1mqdb catania visionaria il giardino dentro il giardino

villa bellini onirico il giardino dentro il giardino catania visionaria 1mqdb

fantasia contemporanea verde urbano 1mqdb il giardino dentro il giardino humus villa bellini

pineapple

L’unico modo per stare insieme è non separarsi dal principio. Bisogna essere fluidi per danzare con le onde. Piantare alberi non fa male, tutto il resto è superato.

Amo/Re AmoTE

Amo/Re AmoTE

Saturazione, il bagaglio è pieno dell’inutile sentire, il sentimento è colmo di plasticità in divenire, diviso, differenziato anche il colore della pelle oggi sembra dare adito a esprimere concetti sterili, parole trasbordano il quieto vivere dell’anima. Arte non autoreferenziale, arte di connessione, comunicazione, non si può tagliare una mela con un cucchiaio, bisogna avere gli strumenti, averne la consapevolezza dell’utilizzo. Questo un tassello del mio diario, una traccia made in Sicily.

The third flower

Sicily Fest May 17/18/19 – Boiler House, Brick Lane – Imprints of Peace London

Anime Narranti, l’angolazione di chi arrotonda gli spigoli. Ogni luna meriterebbe un canto. La notte mi piace la luce del fuoco, respirare lentamente. Un tempo l’uomo utilizzava l’esistenza per lasciare una traccia. Piccoli miracoli, donano crescita. Astratte parole di chi cammina a piedi, cambia il gommato alle proprie ruote, per valicare strade fuori confine, far prendere contenuto al proprio silenzio. Spiegare ai ragazzetti che ancora giocano a lanciarsi pietre, che esiste un mondo da salvaguardare. Per uscire dalla crisi bisogna vivere di generosità.