Archivio tag: Сицилия

Anima mediterranea

anima mediterranea catania metropoli del melograno

40/30 Cm. Sono Vegetariano – Tovaglietta Risto e matita/Uso e Riuso della Materia

Legittimazione della forma

cristalli vibrano nella luce

L’Etna è ferma, lì, in un tempo sospeso. Chiunque abbia messo piede in questa terra, è stato visto da quel Vulcano, Anima Preistorica, ferma Lei è immobile e osserva tutto, il tempo, lo spazio. (Stop Metro)

flusso non ha curve, la casa del ragno

legittimazione della forma

Nessuno si era reso conto di quanto grandi fossero quelle foglie. Credo che questo sole sia la migliore sanificazione, che il sintomatico mistero sia divenuto accessorio, e che presto bisognerà prendere consapevolezza della realtà.

The Garden of Music

Androne e il Giardino dentro il giardino

Androne e il Giardino dentro il giardino

Resina di fiume, canna suonante, Androne scorre, onirico fluire dentro il giardino accoglie un viale con busti illustri. Vincenzo tra il getto d’acqua scandisce suoni alle foglie, colombe planano sorridenti, illuminate da un sole che scalda lo zolfo, respiro dell’isola. (Villa Bellini Catania)

A specific duty

Preciso Dovere Manifesta Bellezza Responsabilità Rispetto Pianeta.

spiritual energy

Filosofia primitiva, ogni cosa merita sentimento, la vita come la morte è un rito da onorare. Mischio da sempre terre, acque, mi piace contaminare di magia, raccontare attraverso l’invisibile filo dell’infinita connessione che lega l’anima del creato alla libertà donata. Oggi ho trovato una Carpa Koi galleggiare, l’avevo lasciata anni addietro in compagnia di altri stupendi esemplari, per me sono piccoli delfini d’acqua dolce, nella mia fantasia gestiscono l’armonia del pianeta. Ho creduto giusto dopo essermi immerso nella gebbia, donargli memoria.

Terre di Martorina Factory Land Art Sicily

Ogni cosa è impregnata di vita, il riutilizzo delle materie non è solo riscatto, gratificazione dello spirito, creazione di nuovi mondi, realizzazione di un passato futuro, dove tutto viene reimpiegato. Trasformazione, alchimia, scudi sono divenuti, ondeggiano nel vento, liberi si incontrano attraverso un filo, emettono suoni che comunicano con universi sottili. Arte quantica, energia spirituale, riflessione di ciò che si custodisce nel più intimo, visione trasferita, omaggio creativo. Ogni strumento utilizzato è stato dono di ricerca interiore, una matassa ingarbugliata trovata alla Playa di Catania, l’oro che sigillava frammenti di mare chiede perdono a questo andare.

Ficus benjamin terre di martorina

Tesori hanno perso l’inestimabile valore, il 16 Febbraio (21) La Grande Madre di Sicilia, il vulcano più alto d’Europa, la nostra tanto amata e non temuta Etna, dava un minimo accenno di dissenso a questo piano che trova l’umanità presa in ostaggio dalla scienza. Santa Madre Natura che ci proteggi, che non ci ammonisci con un battito d’ali, ti sento, ne soffro per il tuo immenso calvario, cerco nel mio infinito piccolo, portarti gioia, contagiare di poesia i miei simili. Atto di devozione, terrazzi, strade, tetti di Catania erano stati condonati da detriti e sabbia primitiva del cosmo, ho ripulito un briciolo delle mie azioni raccogliendone molte buste. Prodigio, ho immaginato l’incontro del fuoco con la memoria, la pietra bianca che accoglieva la nera. Per tutto il percorso un mantra ci ha accompagnati fino a destinazione, il sogno, l’emozione di ritrovarsi dentro l’umidità della notte connessi nella trasformazione. Radici consapevoli ramificano frutti di altri tempi. Ogni pianta, ogni seme registra sensibilmente il passaggio. Tre sono i nuovi Ficus messi a dimora.

Corso Martiri della Libertà, Catania

Manifesto Corso Martiri della Libertà – Buche, erano il risultato della brama di costruzione. Legna risiedeva, molti alberi erano stati incriminati di essere pericolo urbano, senza udienza erano diventati legna a buon mercato. Il primo strato fu riempito in memoria dell’indecenza, in seguito fu curata una campagna di sensibilizzazione ai confini spirituali di una conoscenza navigata nella fantasia che realizza il domani. Il rifiuto rinasce, si trasforma, trasmette, nutre. In poco tempo molti ristoratori si associarono per la realizzazione di un’area compostaggio. Cooperare, comune, coscienza, furono tre parole a colmare la realizzazione del primo Orto Metropolitano, Consacrato al sacrificio dei Martiri che portarono luce nel nostro presente.

Manifesto Corso Martiri della Libertà

Steam, consciousness evolution, world awakening

Amo/Re AmoTe @ Devozione Assoluta Madre Natura – Cerchi d’oro Catania, Piazza Giovanni Verga – Accademia Belle Arti, Storia del Costume.

Sogno coscienze svegliarsi, liberare le tante piazze, restituire spazio al gioco dei bambini. Uscire, incontrarsi all’ombra dei generosi alberi, terra ritorna respirare. Uomo medita, vita e rispetto, riguarda tutti gli esseri in questo mondo. Dolore, scavi incontrastati, demolizioni, pianeta saturo di macerie, rifiuti. Modelle, splendidi abiti portano l’attenzione a ciò che inevitabilmente sfugge. Linea sottile, respiro, battito condiviso, presente offuscato dal grigio. Concedersi all’Oro, vero, immateriale che risiede nell’elevato pensiero, direzione da perseguire.

Credo che non vedrò mai una poesia bella come un albero. Ma le poesie le fanno gli sciocchi come me. Un albero lo può fare solamente Dio. Joyce Kilmer

Credo che non vedrò mai una poesia bella come un albero. Ma le poesie le fanno gli sciocchi come me. Un albero lo può fare solamente Dio.
Joyce Kilmer

C'è sempre musica tra gli alberi del giardino, ma i nostri cuori devono essere molto sereni per sentirla. Minnie Aumonier

C’è sempre musica tra gli alberi del giardino, ma i nostri cuori devono essere molto sereni per sentirla.
Minnie Aumonier

Gli alberi sono santuari. Chi sa parlare con loro, chi sa ascoltarli, percepisce la verità. Essi non predicano dottrine e ricette ma predicano, noncuranti del particolare, la legge primordiale della vita. Hermann Hesse

Gli alberi sono santuari. Chi sa parlare con loro, chi sa ascoltarli, percepisce la verità. Essi non predicano dottrine e ricette ma predicano, noncuranti del particolare, la legge primordiale della vita.
Hermann Hesse

I tronchi degli alberi sono separati, ma le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un'immensa foresta. Romano Battaglia

I tronchi degli alberi sono separati, ma le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un’immensa foresta.
Romano Battaglia

Uno sciocco non vede lo stesso albero che vede un saggio. William Blake

Uno sciocco non vede lo stesso albero che vede un saggio.
William Blake

Talvolta, un albero umanizza un paesaggio meglio di quanto farebbe un uomo. Gilbert Cesbron

Talvolta, un albero umanizza un paesaggio meglio di quanto farebbe un uomo.
Gilbert Cesbron

Abiurerei tutti i miei terrori per il sorriso di un albero... Emil Cioran

Abiurerei tutti i miei terrori per il sorriso di un albero…
Emil Cioran

Non terrorizzate i vostri bambini con la vita eterna. Ditegli che da morti si diventa alberi. I grandi alberghi degli uccelli. Diego Cugia

Non terrorizzate i vostri bambini con la vita eterna. Ditegli che da morti si diventa alberi. I grandi alberghi degli uccelli.
Diego Cugia

Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine. Kahlil Gibran

Gli alberi sono liriche che la terra scrive sul cielo. Noi li abbattiamo e li trasformiamo in carta per potervi registrare, invece, la nostra vuotaggine.
Kahlil Gibran

Network of Art Fashion and Communication at the service of Nature

Catania @ Giovedì 17 Settembre alle ore 19.00 Amo/Re AmoTe

CT 2019 – “Liliana buongiorno, avrei desiderio di fare qualche scatto fotografico, alle splendide elaborazione dei tuoi studenti di fronte i Cerchi d’Oro che ho realizzato in Piazza Giovanni Verga”. CT 2020 – “Si Claudio il tempo è maturo, porterò i miei ragazzi ad abbracciare gli alberi, che portano il segno del tuo intervento d’Arte”. Questa è la premessa di un progetto nato senza alcuna pretesa, o forse col solo divenire voce di Coscienza.

Noi siamo dei "nani" rispetto a loro e dobbiamo guardarli con rispetto. Foto e pensiero di Giuseppe Schiros

Noi siamo dei “nani” rispetto a loro e dobbiamo guardarli con rispetto. Foto e pensiero di Giuseppe Schiros 

Piazze sottratte da posteggi, dove una volta correvano bambini, nidificavano uccelli di vari canti, oggi cadono rami, alberi chiedono rispetto. Come siamo potuti arrivare a tutto questo? Forse la velocità, il tempo sottratto potrà rispondere per risanare quella parte del presente che necessita nell’immediato salvaguardia. Eroi siamo tutti. Risveglio valore dell’esserci, il presente studia, il futuro è in pericolo, modelle e stilisti creano rivoluzione. Atto Concettuale, nessun palco, niente passerelle, barriere eliminate, bellezza inonda, trasforma, noi siamo un tutt’uno con Madre Terra, siamo testimonianza. Abiti nati da visioni, sofferti figli del sogno, fanno omaggio alla vita, testimoniano atto poetico, alchemico. Fine di un’era, l’inizio del cambiamento è in atto. Giovani talenti scendono in campo, entrano dentro le aiuole per portare omaggio, a loro fermi e inermi ma con un cuore di speranza sempre attivo, chiede incessantemente rispetto. Il Pianeta Merita Rispetto. (imprints of peace)

AmoRe AmoTe Cerchi d'Oro Piazza Verga

One square meter of wood

UN METRO QUADRATO DI BOSCO – FERROVIA CIRCUMETNEA – VIALE LEONARDO DA VINCI, CATANIA

Araucaria, l'albero dei dinosauri in memoria di Francesca Terranova Speciale

Araucaria, l’albero dei dinosauri in memoria di Francesca Terranova Speciale

Il progetto nasce per favorire la cultura volta a tutelare l’ambiente in un contesto urbano sempre più occupato dalla cementificazione. Alberi simboli di vita che uniscono il cielo alla terra, l’albero si “radica” sia in alto che in basso, affonda le radici e i suoi rami nell’etere, congiungendo così il mondo luminoso della coscienza a quello oscuro e sotterraneo dell’inconscio. Nutrendosi sia dell’ “immateriale celeste” che del “materiale terrestre”, l’albero permette e nutre la vita fisica sulla terra, dove è indispensabile, ad un livello anche semplicemente biologico, per la cosiddetta funzione di fotosintesi che compie. Questa vitale mediazione fra mondi opposti, reca con sé l’aspirazione ad un cammino di crescita e di evoluzione: il terreno germoglio che, nutrito da una potenza sacra, diviene albero fino a farsi asse del mondo, manifestandosi nel cosmo ed irradiandosi in ogni parte di esso, rappresentazione vivente del centro e della totalità.

Quante cose belle si guardano attraverso l'immaginazione. Seminare Poesia. Carmelo Coniglione

Quante cose belle si guardano attraverso l’immaginazione. Seminare Poesia. Carmelo Coniglione

Albero, simbolo di rinascita ed epifania. Epifania dal sacro che nasce dalla terra o cammino iniziatico dell’anima, queste eterne celebrazioni si uniscono ad un’altra potente risonanza simbolica: attraverso l’immagine dell’albero che continuamente si rinnova e rinasce, prendendo alimento da una sorgente sacra al centro del mondo, l’umanità ha modellato e dato corpo a una delle sue più profonde aspirazioni, la rinascita ed il perenne rinnovarsi della vita, la propria centralità nel cosmo, l’incessante anelito ad un mondo armoniosamente ordinato.

Il progetto sarà avviato mediante la collocazione di una prima essenza arborea prelevata dal palazzo della famiglia Speciale, e trasportato alla stazione Borgo per essere trapiantato in prossimità del piazzale ferroviario lato Viale Leonardo da Vinci. Nell’ambito di tale iniziativa verrà chiesto ad FCE la disponibilità per l’espianto e la piantumazione delle essenze arboree di cui si richiede l’adozione.